• collutorio

Guida all’uso del collutorio. Il consiglio dello Studio dentistico Zanotti di Bologna

Un’attenta igiene orale è indispensabile per preservare la salute della bocca. Tra gli strumenti utili alla cura del cavo orale c’è il collutorio, che aiuta a tenere sotto controllo i batteri, abbassa il rischio di alitosi e di infezione del cavo orale. Ma il collutorio va usato sempre? Può causare dei problemi?

Con questa piccola guida all’uso del collutorio, lo Studio dentistico Zanotti spiega come usarlo in maniera corretta ed efficace per ottenere una pulizia del cavo orale ottimale.

QUALE COLLUTORIO SCEGLIERE?

A ogni bocca il suo collutorio. La scelta del collutorio è personale e varia a seconda delle necessità. Lo Studio dentistico Zanotti sconsiglia però l’uso quotidiano di soluzioni a base di alcol. A lungo andare, l’alcol potrebbe infatti irritare le mucose e causare problemi a denti e gengive.

In commercio esistono diverse tipologie di collutorio. Quello medicamentoso contiene principi attivi battericidi e va utilizzato in seguito a interventi di chirurgia orale e cioè quando c’è bisogno di un’azione antibatterica importante. Questo collutorio va utilizzato per periodi di tempo limitati. In presenza di problemi gengivali, lo Studio dentistico Zanotti consiglia un collutorio analgesico che aiuti a ridurre il dolore.

I collutori che possono essere utilizzati da tutti, ogni giorno, sono invece quelli a base di fluoro, che contrastano la formazione di placca e carie. Anche nel caso in cui si utilizzi il collutorio soltanto per detergere la bocca dai residui di cibo o per rinfrescare l’alito, è bene acquistare prodotti di qualità che presentino le caratteristiche suggerite dal vostro dentista di fiducia.

CON QUALE FREQUENZA VA UTILIZZATO IL COLLUTORIO?

È bene ricordare che il collutorio non sostituisce lo spazzolino o il filo interdentale, deve essere quindi utilizzato dopo aver spazzolato i denti.

Per quanto riguarda la frequenza di utilizzo, molto dipende dal tipo di prodotto che avete acquistato. In caso di prodotti a base di alcol, può essere utilizzato continuativamente per non più di una o due settimane. Quelli senza alcol possono essere utilizzati quotidianamente, anche più volte al giorno, a seconda delle indicazioni del produttore.

I collutori contenenti clorexidina devono essere invece utilizzati solo su consiglio dell’odontoiatra. Queste soluzioni possono infatti causare uno squilibrio della flora orale se non utilizzati in maniera corretta.

COME USARE IL COLLUTORIO

Ribadiamo che il collutorio da solo non è sufficiente per una buona igiene orale, ma se utilizzato insieme a spazzolino e filo interdentale è un prezioso strumento ausiliario per prevenire fastidi al cavo orale, carie, gengiviti e alitosi.

Il collutorio va usato dopo aver lavato i denti con spazzolino e dentifricio, e dopo aver usato il filo interdentale. Prima di procedere agli sciacqui controllate se va utilizzato puro o diluito, quindi mettetene in bocca una piccola quantità e fatelo passare nel cavo orale assicurandovi che abbia toccato tutte le zone. Dopo aver usato il collutorio, evitate di risciacquare la bocca con acqua.

Utilizzate solo prodotti di buona qualità e sperimentati. In caso di dubbi su quale possa essere il collutorio più adatto a voi, vi aspettiamo presso il nostro studio a Castel Maggiore, Bologna, per consigliarvi la soluzione ideale.

I BAMBINI POSSONO UTILIZZARE IL COLLUTORIO?

In commercio esistono formulazioni adatte ai più piccoli, prive di alcol e fluoro, la cui ingestione potrebbe provocare effetti collaterali anche gravi. L’utilizzo del collutorio non è tuttavia consigliato ai bambini sotto i 6 anni di età. Anche nel caso in cui i bambini abbiano compiuto 6 anni, si consiglia di vigilare sul corretto uso del collutorio. I più piccoli devono sì iniziare a prendere confidenza con questo valido prodotto, ma sempre sotto l’attenta supervisione di un adulto.

 

By |2019-05-03T12:01:38+00:00mercoledì, 22 maggio 2019|PREVENZONE, SALUTE|0 Commenti

Scrivi un commento