• sindrome da biberon

Sindrome da biberon: lo Studio dentistico Zanotti di Bologna spiega come prevenirla

Perché i nostri figli possano avere un sorriso sano da adulti, è necessario iniziare a prendersi cura dei loro denti fin dai primi anni di vita. I germi dentari sono infatti presenti già dalla prima infanzia, dunque non è mai troppo presto per iniziare con la pulizia dentale.

Nell’ottica di prevenire l’insorgenza di carie o di altri problemi più gravi, lo Studio dentistico Zanotti di Castel Maggiore (Bologna), vuole parlare di una patologia poco conosciuta che colpisce i bambini in età neo-natale: la sindrome da biberon.

 

CHE COS’È LA SINDROME DA BIBERON?

Il termine “sindrome da biberon” indica la presenza di numerose carie insorte a causa di un uso scorretto o prolungato del biberon.

Non è inconsueto infatti che le mamme, per facilitare il sonno dei piccoli, diano loro biberon riempiti di sostanze dolci (latte, succo di frutta, tisane) o cospargano la tettarella di miele.

Se somministrare zuccheri al piccolo lo aiuta ad addormentarsi, questa pratica può essere un pericolo per la salute della bocca del bambino. La carie è un’infezione provocata da alcuni microrganismi presenti nel cavo orale, la cui proliferazione è favorita dai residui di cibo. I batteri preferiscono infatti vivere a contatto con sostanze zuccherose: maggiore sarà la permanenza di questi cibi del cavo orale, maggiore sarà quindi il rischio di sviluppare carie.

La sindrome da biberon colpisce più spesso i denti anteriori superiori: è in questa zona della bocca che la tettarella impedisce a lingua e saliva di svolgere la loro azione di pulizia.

 

LE CONSEGUENZE DELLA SINDROME DA BIBERON

Avere denti da latte sani è più importante di quanto comunemente si pensi. La perdita precoce dei denti dovuta alla sindrome da biberon rappresenta un pericolo per lo sviluppo delle basi ossee della mascella e della fonazione.

Se un dente da latte viene perso prematuramente, viene meno lo stimolo che la funzione masticatoria in quel punto esercita verso l’osso a crescere e a espandersi man mano. Ne segue quindi un’atrofia ossea e uno scarso sviluppo dell’arcata in quel punto.

La sindrome da biberon colpisce soprattutto incisivi e canini superiori: quando questi denti vengono distrutti dalla carie, si crea un vuoto in cui la lingua tenderà a essere “risucchiata”. Ciò comporta una mal posizione che, oltre a provocare un difetto nella fonazione, può creare un ulteriore danno alle arcate superiori.

 

I CONSIGLI DELLO STUDIO DENTISTICO ZANOTTI PER PREVENIRE LA SINDROME DA BIBERON

Specializzato in pedodonzia, lo Studio dentistico Zanotti di Bologna sa bene che la prevenzione è l’unica strada percorribile se si vuole evitare l’insorgenza di patologie dentarie.

Per prevenire il rischio di sindrome da biberon è essenziale eliminare le abitudini viziate: si deve quindi ridurre al minimo la somministrazione di cibi e bevande contenenti elevate quantità di zuccheri, concentrando tale assunzione in un momento specifico della giornata in cui sia possibile lavare i denti del piccolo subito dopo. Cercate quindi di mettere il bimbo a letto senza biberon ed evitate di addolcire il succhiotto, anche durante il giorno.

I primi denti da latte compaiono intorno al quinto, sesto mese di vita. Ebbene, i dentisti dello Studio Zanotti di Castel Maggiore consigliano di iniziare a lavare i denti del bambino già a questa età. Per farlo vi basterà passare una garza inumidita sui denti e sulle gengive del bebè. In questo modo non solo curerete l’igiene orale del piccolo, ma gli regalerete un po’ di sollievo in caso di fastidio dovuto all’eruzione dei denti.

 

L’IMPORTANZA DI CONTROLLI PERIODICI

Nel caso in cui non si riesca a prevenire la sindrome da biberon, è necessario rivolgersi a un dentista dei bambini per curare le lesioni cariose il prima possibile, arrestando così tempestivamente il processo di evoluzione della malattia. Per intercettare subito eventuali carie, è fondamentale che il bambino venga controllato a intervalli regolari da un odontoiatra infantile.

Oltre a monitorare lo stato di salute del paziente, il dentista dei bambini insegnerà inoltre al piccolo come prendersi cura dei propri dentini con una corretta igiene orale.

By |2019-06-27T15:00:22+00:00mercoledì, 10 luglio 2019|BAMBINI, CURIOSITÀ, PREVENZONE, SALUTE|0 Commenti

Scrivi un commento