Ogni genitore si prende cura con amore del proprio piccolo, ma sono in tanti a sottovalutare l’importanza dell’igiene orale dei bambini. È bene ricordare che, per avere denti sani da adulti, è necessario imparare le buone abitudini di pulizia dentale fin dai primi anni di vita. I germi dentari sono infatti presenti fin dalla prima infanzia, quindi non è mai troppo presto per insegnare ai bambini le regole dell’igiene orale.

Si può iniziare a insegnare loro le corrette pratiche di spazzolamento già intorno ai 2 anni. E mentre il bambino impara a familiarizzare con lo spazzolino, il compito di mamma e papà sarà quello di vigilare sull’effettiva pulizia dei dentini.

AD OGNI ETA’ IL SUO SPAZZOLINO

è improbabile che un bambino di 2 anni riesca a provvedere in maniera efficace alla propria igiene orale, ma permettergli di usare lo spazzolino gli servirà a prendere confidenza con lo strumento e a costruire una routine che lo abitui a una regolare pulizia dei denti.

Per l’igiene orale dei bambini esistono diverse tipologie di spazzolini con caratteristiche specifiche a seconda della fascia d’età.

  • Fra i 4 mesi e i 2 anni di età, i bimbi possono iniziare a usare uno spazzolino dalla testina molto ampia con setole morbide.
  • Fra i 2 e i 4 anni diventa importante spazzolare con cura i molari decidui, dove si ha più spesso la formazione di carie. In questa fase è importante che i genitori e il dentista dei bambini educhino il piccolo a un’igiene orale autonoma e quotidiana. Per incoraggiare la corretta igiene, si può procedere all’acquisto di spazzolini colorati, raffiguranti gli eroi preferiti dei più piccoli. In questo modo la pulizia dei denti sarà vissuta come un gioco e non come una costrizione.
  • Fra i 4 e i 6 anni inizia la dentizione permanente. La carie continua a essere il problema più diffuso, ma il bambino ha un’età per la quale è ormai in grado di impugnare in maniera decisa lo spazzolino e completare da solo l’igiene orale.

IL DENTIFRICIO

Prima dei 3 anni di età, per evitare che venga ingerito, è sconsigliato usare il dentifricio.

Per i bambini fra i 3 e i 6 anni, età durante la quale si presume che riescano a lavarsi i denti correttamente, esistono in commercio prodotti al fluoro che aiutano a mantenere denti sani nel tempo. Per quanto riguarda il gusto, il dentifricio non dovrà avere il sapore di una caramella buona da mangiare, ma allo stesso tempo non dovrà essere sgradevole.

Dopo i 6 anni, il bambino può utilizzare lo stesso dentifricio degli adulti. È comunque bene che i genitori continuino a vigilare sul corretto spazzolamento e a controllare che non ingerisca il dentifricio.

A tutte le età i punti più difficili da raggiungere sono principalmente tre: per una corretta igiene orale dei bambini è necessario spazzolare bene il colletto del dente, gli spazi interdentali e i solchi delle superfici masticanti. Più i denti sono allineati, minore sarà il ristagno della placca. In caso di denti particolarmente storti vi suggeriamo di rivolgervi a un dentista dei bambini per un consiglio mirato.

COME SPAZZOLARE I DENTI

Ai fini di una corretta igiene orale dei bambini, lo spazzolino deve essere guidato dai movimenti del polso e non del braccio: con gesti più precisi si avrà un miglior controllo dello spazzolino. È dall’azione meccanica che dipende l’efficacia della pulizia, è dunque bene insegnare ai bambini a lavare i denti muovendo lo spazzolino dalle gengive verso lo smalto dei denti.

I denti posteriori vanno poi spazzolati anche sul lato superiore, muovendo lo spazzolino avanti e indietro. Per quanto riguarda gli incisivi e i canini, è importante tenere lo spazzolino parallelamente ai denti, in modo da pulire bene anche gli spazi tra dente e dente.